SOFTWARE SANITARI, PARAMETRI E PREDITTIVITÀ IN MEDICINA

Condividi questa notizia:

Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

La correlazione dei parametri ambientali con la misurazione dei parametri vitali può rivelarsi particolarmente importante per una valutazione continua e affidabile della salute di numerosi pazienti. Sono ben noti, in medicina, i casi di patologie croniche gravi molto comuni, sia polmonari che cardiache, come l’asma, la BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), l’insufficienza cardiaca o più rare ma pericolose come la fibrosi cistica. L’analisi dei parametri vitali, finora, viene di norma effettuata in un ambulatorio medico, con dei sensori applicati al paziente con cavetti attaccati a dei macchinari. Ora però, le nuove tecnologie di sensoristica wireless consentono un approccio radicalmente diverso, attraverso sensori indossati facilmente e durante le quotidiane attività domestiche. Il vantaggio principale consiste nella possibilità di implementare un monitoraggio costante, raccogliendo una grande quantità di dati che assumono così una rilevanza significativa se interpretati e correlati nella maniera migliore.

Scopriamo nel dettaglio come le nuove tecnologie possono aiutare i pazienti affetti da gravi patologie.

DATI E NUMERI DELLA BPCO NEL MONDO

Si tenga presente che, in tutto il mondo, la BPCO colpisce oltre 300 milioni di persone, quasi il 5% della popolazione mondiale: nel maggio 2014 è classificata come la terza causa di morte, essendo responsabile di oltre 3 milioni di decessi. Il numero è destinato ad aumentare per gli alti tassi di fumatori e per l’invecchiamento della popolazione riscontrabile in molti paesi. Globalmente, al 2010, si stima che i costi complessivi dovuti alla BPCO abbiano superato i 2 trilioni di dollari, dei quali la metà in paesi in via di sviluppo. Ad oggi le malattie respiratorie raggruppate sotto il termine BPCO sono la seconda causa di morte al mondo. Sul piano della sanità pubblica, queste patologie sono più diffuse di quanto si ritenga, a causa dell’elevata percentuale di sottodiagnosi rilevabile attualmente. Poiché non vi è cura per le malattie respiratorie, ma i sintomi sono trattabili ed il loro progredire può essere ritardato, gli obiettivi principali delle linee guida sanitarie sono la gestione, la stabilizzazione e la prevenzione di acutizzazioni: ciò è possibile attraverso piani d’azione personalizzati, capaci di scattare nel momento in cui si prevede il peggioramento, con lo scopo di ridurre il numero di visite in ospedale e incoraggiare il trattamento anticipato delle fasi acute.

DOMUS SAPIENS, SENSORISTICA E E-HEALTH

Grazie a un sistema di domotica evoluto, basato su tecnologie innovative, che consente il monitoraggio dello stato di salute e delle abitudini degli utenti negli ambienti domestici, valutandone anche l’evoluzione nell’arco del tempo, il nuovo progetto DOMUS SAPIENS consente di correlare i parametri vitali in relazione agli ambienti nei quali il paziente vive. Abitudini dell’utente e situazioni critiche relative a singole patologie possono essere elaborati monitorando i dati recepiti, in uno scenario dove l’ambiente casa è caratterizzato da una presenza tecnologica integrata ma non invasiva.

blank

Domus Sapiens consente di:

INNOVAZIONE, WELFARE E SANITÀ

Com’è noto, la spesa sanitaria nei paesi più avanzati sta raggiungendo valori elevati che sollecitano riflessioni per individuare nuovi modelli che consentano un monitoraggio da remoto sullo stato di salute di un utente. DOMUS SAPIENS consente un monitoraggio intelligente e in tempo reale dello stato di salute di un paziente e questo può apportare notevoli risparmi sulla spesa sanitaria favorendo la deospedalizzazione. I risultati del progetto sono estensibili a persone anziane, malate o disabili e a medici e strutture che gestiscono la sanità pubblica e privata (in quanto erogatori di servizi). Queste tipologie di software sanitari consentiranno di:

Il progetto DOMUS SAPIENS si inserisce nell’innovazione legata alle applicazioni Casa e Salute che hanno fatto negli ultimi anni il loro ingresso su smartphone e smartwatch: HT APPS, software house catanese costituita nel 2004 e vocata alle applicazioni web, è orgogliosa di collaborare al questo progetto di innovativa domotica assistiva, strutturandone il server di gestione dei dati, la visualizzazione e il sistema di alerts.

Se stai cercando un partner autorevole per soluzioni e-health e progetti, Ippocrate AS potrebbe essere la soluzione per te.